Non ho ancora deciso se Two Lakes è un esperimento riuscito oppure no. Forse perché gli esperimenti sono già “riusciti” nel momento in cui troviamo il coraggio di metterli in atto. Forse perché non sono mai stata sulle rive del lago Meroo o del lago Termeil. O nel New South Wales in generale. Cameron Webb e Matt Rösner – veterani della musica sperimentale australiana – su quelle rive, invece, ci sono stati. E, curiosi di scoprire se potevano catturarne l’essenza, hanno speso l’aprile del 2010 come due esploratori a caccia di  farfalle o uccelli da classificare. Ma, al posto di catalogare volatili e insetti, Cameron e Matt hanno deciso che preferivano registrare i suoni, di quei due laghi.

Ecco come è nato Two Lakes: un cd composto sul campo, registrato sulle rive dei due laghi, in mezzo ai loro affluenti e tra i boschi che li circondano e che potrbbero scomparire a causa del riscaldamento globale, inghiottiti dal Mar di Tasman. Microfoni, idrofoni e shogun alla mano, Matt e Cameron hanno registrato con pazienza gorgoglii, rumori e silenzi, scattando fotografie sonore che portavano poi a “sviluppare” in una capanna nei paraggi. Lì, mixavano le registrazioni con i suoni dei loro strumenti, improvvisando performance e arrangiamenti, cercando la musica che potesse parlare dei due laghi intessendo allo stesso tempo un dialogo, con quei laghi.

Meroo Stream by seaworthy

Il risultato di questo insolito studio sul campo è Two Lakes, un cd dal sound a metà tra l’elettronica, il folk rarefatto di Bon Iver e gli album di musica ambientale di Chris Watson. L’aspetto più interessante rimane la riflessione di fondo: è possibile catturare l’essenza di un ambiente e riprodurla in musica? Senza fotografie e filmini in mezzo?

Ma Two Lakes è un esperimento singolare anche perché mostra un lato del continente australiano lontano dall’immaginario comune: niente Hugh Jackman né Nicole Kidman nell’outback patinato di Baz Luhrmann, niente pop malinconico alla Lucksmiths o pathos alla Missy Higgins. Niente Bondi Beach né Harbour Bridge: l’Australia che ci fanno sentire Matt & Cameron ha un suono inatteso.

Meroo Lake Pt 1 by seaworthy

Ascoltare il cd nella sua interezza per più di una volta è un’impresa che richiede pazienza e perseveranza. Perché alcune tracce sono riuscite (Meroo Lake Pt. 1 e Termail Lake, la mia preferita), altre sono fastidiose, altre ancora semplicemente noiose (Meroo Forest). Ma, nell’esserlo, rappresentano fedelmente l’ambiente che le ha prodotte. Un ambiente che emerge in tutta la sua unicità proprio perché ricostruito da suoni e non da immagini, come un qualsiasi turista avrebbe fatto.

È una cartolina musicale, Two Lakes. Una cartolina che andrebbe ascoltata senza cedere alla tentazione di cercare su Google foto dei laghi Meroo e Termeil. Tentando, invece, di ricostruire la loro immagine soltanto attraverso i suoni.

Two Lakes è acquistabile online su www.12k.com. Uomini di scienza fino all’osso, Seaworthy & Matt Rösner hanno aperto un blog in cui raccontano del loro esperimento e, soprattutto, si scambiano idee sul loro cd e sui loro progetti futuri, come la loro canzone delle vacanze estive.

Summer Holiday by seaworthy