Ricorderò per sempre la mia prima onda. L’odore di paraffina e acqua salmastra. Il modo in cui l’onda si sollevò sotto di me come un corpo gettato in aria. Come mi spinse in avanti e io mi alzai in piedi, scivolando con il vento nelle orecchie. Mi piegai accanto al muro d’acqua e la tavola mi seguì come fosse parte nel mio corpo e della mia mente. Gli schizzi in aria. I miliardi di riflessi. Ricordo la figura solitaria che stava a guardare dalla spiaggia e per un attimo, mentre gli passavo accanto, il sorriso di Loonie; ero ubriaco. E nonostante abbia vissuto abbastanza da diventare vecchio e abbia avuto i miei momenti di felicità per tutte le avventure vissute, continuo a paragonare ogni momento di gioia, ogni vittoria e ogni rivelazione, a quei pochi secondi di vita“. (Tim Winton | Respiro)

Per imparare a fare surf come lo racconta Tim Winton (o Jack Johnson) (o Eddie Vedder) (o Doc Paskowitz) non c’è più bisogno di partire per California, Hawaii o Australia. Da qualche anno a questa parte stanno spuntando in tutta Europa surf camp per apprendisti surfisti che, a un prezzo accessibile, offrono corsi di surf per tutti i livelli, con istruttori accreditati e vitto e alloggio inclusi. Si va da un periodo di una settimana (il minimo richiesto) a un mese, basta scegliere la destinazione, prenotare e partire: i surf camp offrono, infatti, oltre a vitto e alloggio anche l’attrezzatura. Abbigliamento d’obbligo: costume e infradito.

Trovare un surf camp negli ultimi anni è diventato relativamente facile, grazie a siti che funzionano da aggregatori come surfcampseurope.com o surfing-the-world.com. Se avete già in mente il paese o la località in cui fare surf, una ricerca con google dovrebbe bastare a farvi trovare surf camp. In Europa, il paese che ne ha di più è il Portogallo, seguito da Spagna, Francia, Irlanda e Inghilterra. L’Italia non è esattamente la meta ideale per cavalcare onde, ma per chi ci tenesse, in Sardegna c’è l’Is Benas Surf Camp, che tiene corsi dal 1997.

Per questo post ho scelto 5 surf camp in base alla località, alle recensioni positive e all’ambiente. Eccoli:

The Quiksilver BoardRiders House, Hossegor (Landes), Francia

Sponsorizzata da Quiksilver e Roxi, questa scuola di surf organizza surf camp settimanali con surfisti professionisti come maestri e ospita i partecipanti nella BoardRiders House, un complesso immerso nella natura con spazi in comune, cucina, area internet e stanze in condivisione con altri partecipanti (foto a fianco).

L’attrezzatura è tutta Quiksilver, il trasporto dall’aeroporto e tra una spiaggia e l’altra è gratuito e vengono organizzati anche gite in bici, concerti, visite agli stabilimenti Quiksilver eccetera.

Info: i corsi si tengono da giugno a settembre 2011, una settimana costa 800 euro, per iscriversi basta collegarsi al sito e compilare il modulo di iscrizione.

Sagres Natura Surfcamp, Sagres, Portogallo

Quando sono stata a Sagres nel 2005, era un villaggio minuscolo immerso nella natura selvaggia dell’Algarve, a pochichilometri dal faro di Sao Vicente e circondata da un parco naturale che la proteggeva dall’ondata di cemento proveniente da Faro e Lagos. Per quanto ne so, è rimasta ancora così, anche se in centro è stato aperto un resort di lusso. Qui si trovano diverse scuole di surf. La Sagres Natura ha istruttori certificati dalla Federazione Portoghese Surfing e offre soggiorni di una o due settimane che includono: colazione, pranzo al sacco, spostamenti per e dalle spiagge, collegamento a internet e assicurazione contro gli infortuni.

Info: i corsi sono disponibili da febbraio a dicembre, una settimana in stanza condivisa in alta stagione costa 350 euro. Si prenota online sul sito del surfcamp.

The PaintShop, Figueira da Foz, Portogallo

Il PaintShop è un bar e ostello che fino a qualche anno fa si vantava di avere il surf camp meno costoso d’Europa. Per 405 euro (una settimana in camera condivisa) offre vitto, alloggio, internet gratis, 5 giorni di lezione, attrezzatura, trasporto per e dalle spiagge, trasporto da e per la stazione dei treni. Qualche tempo fa il proprietario dell’ostello raccontava al Guardian che ci sono almeno 12 punti per surfare a meno di 20 minuti dall’ostello, con onde perfette sia per principianti che per surfisti esperti.

Info: i corsi sono disponibili da ottobre a maggio, una settimana in stanza condivisa in alta stagione costa 405 euro. Si prenota sul sito del PaintShop Hostel & Bar.

Surfer’s Paradise, Croyde, North Devon, Inghilterra

La stagione al Surfer’s Paradise inizia il 15 agosto e si conclude il 30 agosto: breve e intensa in una delle zone costiere più belle dell’Inghilterra. Il surf camp è affacciato sulla Croyde Bay e offre, oltre alle piazzole per piantare tende e surf, lezioni in associazione con Surf South West.

Info: i corsi sono sia giornalieri (da 90 sterline) sia di un fine settimana (128 sterline). Per info e prezzi c’è il sito di Surf South West.

Lanzarote Surf School, Lanzarote, Canarie

Con i suoi 29 anni di esperienza, la Lanzarote Surf School è una delle più famose in Europa. Offre lezioni di surf a tutti i livelli e mette a disposizione appartamenti indipendenti per il soggiorno.

Info: i corsi di cinque giorni + sistemazione in appartamento vengono 470 euro. Si prenota sul sito della scuola.

_

Biblio/filmografia essenziale sul mondo del surf:

Respiro di Tim Winton
Un mercoledì da leoni di John Milius
Point Break di Kathryn Bigelow
Surfwise di Doug Pray
Honolulu baby. Avventure hawaiane di musica, surf, vulcani e chiari di luna di Alessandro Agostinelli

_

La foto in alto e in homepage è stata scattata da Justin De La Ornellas a Honolulu, alle Hawaii.

  • io tifo per Sagres. e andiamo subito si potrebbe pure prenderlo sul serio, se sostituisci subito con settembre. occhio 🙂

  • Andiamo subito. Specialmente in Portogallo, in Cornovaglia fa troppo freddo!