Al confine del mondo, tra emù e canguri, koala e uccelli tropicali, avvolta da leggende e favole aborigene e dal brivido esotico degli avventurieri in fuoristrada, si trova la rilassata città di Perth, capitale del West Australia. Qui gli australiani – soprannominati sandgropers – sono amichevoli e amano la vita semplice. Bere una birra in spiaggia sotto il cielo blu, passare la serata con gli amici al cinema all’aperto, andare al parco per un picnic. Le piccole cose di tutti i giorni.

Perth è piuttosto piccola in termini di popolazione, ma è sparpagliata su verdissime terre piatte e impacchettata dallo Swan River, una volta popolato di cigni neri. La gente del posto dice sempre che non c’è niente di speciale nella loro città, nothing to see here. Alcuni lo dicono da così tanto tempo che son finiti per crederlo loro stessi. E a un primo sguardo, in effetti, Perth non sembra essere niente più di una qualsiasi aerea metropolitana, con il suo sterminato luccichio di macchine sotto il sole. Ma, se passerete un po’ di tempo qui, imparerete a scoprire cosa nasconde questa luminosa città, dove il cielo è così basso che sembra di poterlo toccare con un dito.

Quella che segue è la West Side Story della città più isolata al mondo. Benvenuti a Perth.

Dormire a Perth

Perth non è esattamente la mecca dei turisti e dunque gli hotel non sono tanti. La maggior parte si trova intorno alla città e sono tutti ben collegati al centro dai mezzi pubblici. The Richardson, nella zona ovest di Perth, è per metà boutique e per metà albergo e si trova al confine con l’incredibile Kings Park: da qui il centro si raggiunge a piedi. Se preferite qualcosa di più antico, provate lo storico The Rose & Crown, il più vecchio hotel del Western Australia, con pub (ancora) attivo nel sottoscala. L’arredamento è originale del 19esimo secolo e, volendo, è possibile prenotare camere molto economiche con sistemazione da ostello. Unica pecca: è un po’ fuori mano rispetto al centro città, si raggiunge con mezz’ora di treno. Preferite qualcosa di più glamorous? Cottesloe è la spiaggia più cool di tutta Perth e nulla ha da invidiare alla California. Una buona soluzione, con un ottimo rapporto qualità prezzo, sono i Cottesloe Beach House Stays con vista sulla spiaggia.

Il Central Business District di Perth

Non saranno i grattacieli di New York City, ma gli edifici nel cuore di Perth non sono per niente male. Il Central Business District fino a non molto tempo fa si trasformava in un quartiere fantasma fuori dagli orari di lavoro, ma oggi è diventato punto di ritrovo di tantissimi giovani grazie a locali deliziosi dove mangiare e bere. E Central Business District significa anche shopping. Per via della vicinanza con la Cina, è difficile districarsi tra i tanti gadget australiani non made in Australia. Se cercate qualcosa di davvero originale, provate Aspects of Kings Park: gioielli, oggetti d’arte, souvenir; o Venn, un design shop, bar e galleria che si trova in una vecchia fabbrica di farina.

Cercate un buon caffè nelle vicinanze? Da Tiger, Tiger Coffee Bar lo troverete. Qui si fermano business men e giovani alla moda, soprattutto dopo il lavoro. Se siete fortunati, troverete anche live music. Greenhouse è invece la scelta ideale se siete attenti all’ambiente: già solo la facciata dell’edificio è estremamente affascinante. Qui è tutto fatto con materiali riciclati e con centinaia di piante. Fermatevi per breakfast, lunch oppure dinner; per bere qualcosa consigliamo il rooftop bar. Amanti dei superalcolici? Ordinate da bere al whisky bar Helvetica se vi piace il genere: la carta dei whisky è incredibile e potete comprare una bottiglia e lasciarla al bar per la volta successiva. Meglio un cocktail? Informale da Hula Bula Bar – qui sono tutti serviti con decorazioni improbabili, dagli ombrellini a serpenti di plastica – oppure con dress code da Devilles Pad – che, nonostante la cocktail lounge che sembra l’inferno, è un inno al kitsch.

Dopo aver mangiato e bevuto, consigliamo di fare una lunga passeggiata dentro Kings Park: il suo giardino botanico è stupendo, così come il nuovo percorso sopraelevato in mezzo agli alberi per vedere le baie di Perth dall’alto. D’estate qui fanno anche cinema all’aperto, al Moonlight Cinema. Per chi ama l’arte, c’è da tener sotto controllo il calendario di FORM, un’organizzazione no profit che promuove la creatività con una valanga di attività ed esponendo una ricca selezione dei più bei lavori artistici australiani. Se avete abbastanza tempo, prenotate uno spettacolo al His Majesty’s Theatre: a voi la scelta tra la WA Opera e il WA Ballet. Una volta dentro, non dimenticatevi di dare un’occhiata al tetto.

Alla scoperta di Northbridge

Questo quartiere, che inizia dalla stazione centrale dei treni di Perth, si porta ancora addosso un po’ di cattiva reputazione per via di night club e sexy shop che abitavano le sue strade negli anni passati. Nonostante ciò, qui troverete veri e propri tesori nascosti. Un esempio è la Outré Gallery che ospita numerosi artisti tutto l’anno e offre la possibilità di vedere la vera arte underground. Northbridge pullula anche di take away orientali sotto grandi arcate al coperto: una buona scelta è il Dragon Seafood Chinese Restaurant, nel fine settimana super affollato per i suoi gustosi dim sum. La filosofia qui è eat until you can eat no more! Per un aperitivo c’è il vicino 399 mentre per il dopo cena tappa d’obbligo al The Ellington Jazz Club.

Anche il Perth Cultural Centre ha sede in questo quartiere. Si tratta di un hub culturale che collega la Art Gallery of WA, la State Library of WA, il Perth Institute of Contemporary Art e il WA Museum. Quest’area è coloratissima: divertitevi a leggere le scritte sulle scale, imparerete molte cose sull’Australia. In tutta onestà, non sempre le collezioni esposte al museo di Perth valgono una visita, anche perchè arrivano tutte dall’Europa e c’è il rischio di averle già viste nei nostri grandi musei. È comunque uno spazio piacevole dove passare mezza giornata, anche solo per leggere un libro sul tetto e bere qualcosa ai chioschi vicini. Se la giornata, invece, è uggiosa e siete alla ricerca di un buon cinema, Northbridge è il quartiere giusto: le quattro sale del Cinema Paradiso offrono una selezione incredibile di film classici, indipendenti, stranieri e d’autore.

Verso il nord di Perth

Ancora più a nord. Perth è una città che contiene altre mille città al suo interno. Ovunque vi troviate, c’è sempre qualcosa da scoprire. Da Future Shelter, per esempio, troverete qualsiasi sorta di articolo per la casa, con eccellenti design, realizzati proprio dietro le quinte del negozio. The Flying Taco è un locale delizioso dove mangiare cibo messicano sempre fresco e a poco prezzo. Se poi avrete voglia di un caffè, il meglio della zona lo offre Milkd. Se fa molto caldo, l’ideale è un iced coffee, spesso servito con una golosissima pallina di gelato. Verso sera, scegliete il Rosemount Hotel, un pub vintage dove si esibiscono un gran numero di band locali. Qui c’è un caratteristico beer garden dove sorseggiare un “middy” (285 ml) di Emu Bitter o di birra Little Creatures, oppure un bicchiere Sauvignon Blanc di Pemberton. Un altro modo per toccare con mano la vita dei giovani australiani, lontano dai siti più turistici e convenzionali

Mount Lawley e Highgate

Mount Lawley è un quartiere di Perth in grande fermento per quel che riguarda locali e boutique, soprattutto lungo Beaufort Street. Si trova ad appena cinque minuti di macchina dal centro (renta minuti a piedi) ed è un buon posto dove cercare regali da portare in Italia ad amici e parenti, basta citare Ruck Rover General Store, che produce anche una marca indipendente di vestiti per bambini e ragazzi. Come per la catena americana Urban Outfitters, anche qui c’è un reparto dedicato alla fotografia e alle Polaroid. Ancora oggetti dal design particolare da Test Tube Objects, il cui motto è the ordinary: less ordinary.

Passiamo al cibo. Must Winebar: da una parte è un raffinato ristorante gestito da un top Western Australian chef; dall’altra è un wine bar con una inattaccabile lista di vini. Stesso discorso anche da The Beaufort Street Merchant, con un ambiente più rilassato e un via vai continuo durante il giorno per il suo caffè. Si è fatto tardi e non sapete in quale ristorante fermarvi? Clarences offre un ampio menù stagionale e un giardino dove fermarsi per un cocktail dopo cena. Da Lincolns 102 (non c’è un sito, l’indirizzo è 102 Lincoln Street) invece è un negozio che vende torte di produzione artigianale. Nome italiano per Cantina 663: il miglior caffè di tutto Mt Lawley, un must per la colazione, con un occhio di riguardo per tutto ciò che è biologico. Infine, da segnalare The Astor, costruito nel 1919, è uno degli edifici originali di Art Decò di Perth. Qui troverete varietà, commedie, produzioni teatrali e film festival: controllate il calendario degli eventi prima di partire.

Tutti a Fremantle

E finalmente, mare: Fremantle, o Freo come la chiamano i locals, non è solo una città di porto, ma una perla a pochi km dal centro che trasuda le storie dei migranti, soprattutto del Sud Italia, e riflette sui suoi palazzi tutta la poesia del mare. Dopo aver ospitato nel 1987 l’America’s Cup, Fremantle ha subito un fortissimo sviluppo, diventando una delle destinazioni più turistiche di Perth.

Nel weekend sono aperti i grandi mercati coperti, dove troverete da vestiti a souvenir made in Australia, da frutta esotica alle uova di struzzo, dalle cupcake agli strumenti musicali aborigeni. Durante la settimana, se siete in cerca di negozi locali dove fare acquisti, passate da Remedy per i suoi deliziosi gioielli e da Store, un regno del kitsch, per i suoi giocattoli. Girate anche tra gli scaffali ben forniti della libreria New Edition Bookshop: non perdetevi la sezione dedicata all’editore locale Fremantle Press. Una buona scusa per comprarvi A Fortunate Life di A.B. Facey, The Shark Net di Robert Drewe oppure And Be Home Before Dark di Roland Jackson.

Godetevi una birra fresca davanti all’oceano indiano sui divani di Little Creatures Brewery, una birreria locale molto apprezzata, dove potrete dare uno sguardo anche alla stessa produzione. Caffè da Moore & Moore Café, con tanto di ombrelloni nel giardino e live music nel fine settimana. Per l’espresso, andrete sul sicuro con la caffetteria Gino’s, una vera e propria istituzione a Fremantle, testimonianza della dura vita dei migranti italiani che arrivavano dopo un estenuante viaggio in nave. Tapas? Da Gypsy Tapas House.

Per quanto riguarda gli spazi culturali in zona, vi consigliamo di fare visita alla Fremantle Prison. Segnalata oggi come patrimonio dell’umanità, è stata una prigione di massima sicurezza per tanti anni. Da non perdere il tour a piedi e in barca per i suoi tunnel sotterranei. Se preferite qualcosa di più tranquillo, il Fremantle Arts Centre offre gallerie e mostre d’arte, con tanto di bar e shop. Di nuovo niente di speciale ma comunque utile per scoprire l’arte locale.

I dintorni di Perth

Come potete vedere, quel nothing to see here iniziale non ha trovato fondamenta. E oltre a quelli appena citati, ci sono molti altri posti appena fuori città altrettanto interessanti da visitare.

The Loose Box: è il miglior ristorante di tutto il West Australia e uno dei migliori del mondo. Lo chef Alain Fabregues offre un menù di cucina francese impeccabile, con tanto di degustazioni di vini locali. Se non è abbastanza, un tour nella regione dei vini Swan Valley è d’obbligo. Rimarrete incantati dai curatissimi agriturismi, dove alcuni australiani arrivano addirittura con piccoli elicotteri personali; dai pittoreschi vigneti, dai campi di calle accanto ai rigagnoli e dalle densissime foreste. Anche la Margaret River Wine Region, a tre ore e mezza di macchina di Perth, è spettacolare. Margaret River, Dunsborough e Busselton sono le mete più popolari per una vacanza nel sud dell’Australia. Last but not least, se lo zoo di Perth non è stato abbastanza soddisfacente, allora partite con la macchina o con un tour organizzato in bus verso il Caversham Wildlife Park: vedrete tutti gli animali australiani a un palmo dal vostro naso.

_

Alice Avallone

La foto in alto e in home page è stata scattata a Perth da Drew Bandy