16 applicazioni di viaggio utili, e gratis

02 Dec 2011, Posted by in Guide,Liste della spesa, 6 Comments. Tagged , ,

16 applicazioni di viaggio utili, e gratis


C’è chi gli smartphone e gli iPhone li odia e c’è chi ne è letteralmente dipendente. Poi, come per tutte le cose, c’è chi ne intuisce l’utilità e li usa per semplificarsi la vita. Viaggiare senza tecnologia è possibile, così come è possibile viaggiare senza bagaglio, ma portatili, gps, smartphone ecc rendono più facili e, qualche volta, più interessanti le cose ai viaggiatori. Noi di NBM ci dividiamo equamente tra iScettici e iEntusiasti. Io faccio parte della seconda categoria: prima del mio viaggio estivo a Washington-New York-Boston ho comprato  un iPhone e ho collaudato la sua utilità. Il verdetto, dopo quel viaggio e tanti altri, è che gli smartphone aiutano chi viaggia a organizzarsi, orientarsi e a scoprire cose da vedere.

Di app di viaggio online se ne trovano moltissime. Non tutte fanno quello che promettono o sono sufficientemente semplici da usare. Queste che seguono le abbiamo provate tutte, e si sono dimostrate decisamente utili.

NB: le app usano il traffico dati dei nostri cellulari/smartphone, quindi attenzione nell’usarle all’estero (soprattutto fuori dalla UE). Negli Stati Uniti il costo del traffico dati, a meno che non attiviate un piano per l’estero, è folle, un po’ più gestibile in Europa. Il mio consiglio è di disattivare il traffico dati all’estero e di affidarvi alle reti wifi ad accesso libero che si trovano ormai ovunque (Starbucks offre accesso gratuito in tutti i suoi negozi).

TripIt = Organizzare: è l’applicazione che ho usato più spesso per i miei viaggi. Mi permette di caricare l’itinerario, la prenotazione di voli, hotel, biglietti di cinema, teatro, concerti e note su cosa vedere / cosa fare. Perchè è utile? Perchè mi evita di stampare (sprecando carta) copie di biglietti aerei, codici di prenotazione, indirizzi di locali ecc. E’ possibile caricare/modificare/eliminare i dati sia dalla app sia dal sito tripit.com. La app è disponibile per iPhone, Android, iPad, Blackberry e Windows Phone 7 qui.

AroundMe = Guardarsi attorno: immediata e comoda non solo in viaggio. Una volta localizzata la nostra posizione, aiuta a trovare supermercati, farmacie, bar, cinema, ospedali, parcheggi e banche nei paraggi. A noi è servita quando, appena arrivati a Brooklyn, cercavamo un supermercato per fare la prima spesa. L’app è disponibile solo per iPhone.

Skype = Telefonare a casa: Skype non ha bisogno di presentazioni. In viaggio è comodo perchè permette di telefonare (presumibilmente a casa, ma anche no) senza spendere molto. E’ comodo anche se si deve comunicare (via chat) con compagni di viaggio in hotel/ostelli diversi. La app è disponibile per iPhone, Android e Symbian qui.

Kayak = Cercare voli prima di partire: Spin-off dell’omonimo sito, l’app di Kayak permette di cercare voli, hotel e autonoleggi. Personalmente non mi è mai capitato di usarla in viaggio (anche se ci sono le opzioni check list valigia [per cui io uso tripit], aeroporti e stato voli), ma a casa, per decidere quali voli prenotare e per trovare voli low cost, è certamente utile. La app è disponibile per iPhone, Android e Blackberry qui.

TripAdvisor = Giudicare prima di comprare: di Tripadvisor e dell’affidabilità delle sue recensioni si è parlato e si parla continuamente. Rimane il fatto che, nel caso di hotel/ristoranti con un alto numero di recensioni, è difficile che siano tutte falsificate. Io uso la app sia in viaggio sia a casa, quando voglio capire se un ristorante o un hotel valgono la pena. Esempio pratico: nell’organizzare il prossimo viaggio a Copenhagen, abbiamo scartato l’idea di cena + concerto in locale jazz perchè la cena era recensita male su TripAdvisor. La app è disponibile per iPhone, Android, Nokia e WindowsMobile qui.

iTranslate = Traduco quindi comunico: Ok, l’inglese è la lingua (quasi) universale, ma imparare qualche parola in più delle lingue locali non è una cattiva idea. iTranslate è un traduttore universale gratuito (ora anche con riconoscimento vocale) che permette di tradurre parole e frasi in 52 lingue. iTranslate è disponibile solo per iPhone & iPad.

EveryTrail = Condividi il tuo itinerario: pensato principalmente per itinerari a piedi, everytrail traccia i tuoi percorsi e ti permette di creare mappe interattive da condividere con altri viaggiatori. O, ovviamente, di cercare mappe create da altri. La app è disponibile sia per iPhone sia per Android qui.

 

Google Maps = Orientati: indispensabile. Primo perchè molto spesso le cartine turistiche delle città non includono tutti i quartieri (ma solo la zona centrale, e noi non vogliamo limitarci solo al centro di una città, giusto?), secondo perchè fa da rete di salvataggio quando a) siamo in ritardo e dobbiamo arrivare a destinazione senza perderci romanticamente tra le vie di una città e b) viaggiamo da soli e perderci per le vie di una città di notte non è sempre una buona idea. Disponibile per Android, Blackberry, iPhone, Nokia e Windows qui.

Xe = Converti valute: anche qui, come per Skype, l’utilizzo è immediato. Se non siete europei in viaggio nell”Unione Europea, un convertitore di valute fa decisamente comodo per capire quanto stiamo spendendo o quanto siamo disposti a spendere. Disponibile per iPhone, iPad, Blackberry, Android e Windows Phone qui.

FourSquare = Scopri dove sei e se vuoi restarci: a metà tra AroundMe e Tripadvisor, Foursquare permette, una volta determinata la tua posizione, di scoprire se i tuoi amici sono in zona, se nelle vicinanze ci sono cose interessanti da fare/vedere e di scrivere recensioni / lasciare commenti e consigli sui posti appena visitati. Più affidabile di Tripadvisor? In via teorica sì, ma anche in questo caso il dibattito è aperto. Disponibile per iPhone, Android, Blackberry, Symbian e Windows Phone qui.

HotelsNearMe = Dove dormire: la versione alberghiera di AroundMe permette di localizzare gli hotel più vicini a noi. Comodo in caso di emergenza o quando si arriva a destinazione a notte fonda e si vuole evitare una disperata caccia all’hotel. Disponibile per iPhone, iPod Touch, iPad e Blackberry qui.

 

AirBNB = Affittare camere, appartamenti e case da privati: di siti come airbnb ne stanno nascendo moltissimi, ma io continuo a preferire loro ai concorrenti. La app permette di navigare il sito, trovare stanze / appartamenti / monolocali messi in affitto da privati in qualsiasi parte del mondo. Splendida la veste grafica. Comoda da usare sia prima della partenza sia durante il viaggio.

Instagram = Cartoline, senza francobollo: se per un attimo accantoniamo  il romanticismo delle care vecchie cartoline e del riceverle nella casella di posta, Instagram potrebbe diventare un ottimo sostituto virtuale. Se siete appassionati di fotografia, infatti, non proviamo nemmeno a convincervi che è meglio fare foto con Instagram. Ma se, durante il viaggio, volete scattare rapidamente foto-ricordo per voi o per i vostri amici, Instagram è la soluzione migliore.

Urbanspoon = Mangio, dunque sono: come scegliere il ristorante dove mangiare? Urbanspoon offre sia la possibilità di scegliere tra i più vicini, sia la funzionalità random, per lasciare che sia il caso a scegliere. Unico problema? Il sito e la app sono ottimi per gli Stati Uniti, un po’ meno per il resto del mondo.

SpottedByLocals = Il lato meno-turistico delle città: Spin-off dell’omonimo sito, SpottedByLocals è una mini guida atipica alle principali città europee. Non vengono segnalati luoghi turistici, ma bar, ristoranti, negozi, cinema ecc scelti da persone che vivono nelle varie città. I siti sono assolutamente da consultare prima della partenza, la app è comoda per decidere cosa fare e vedere una volta arrivati a destinazione. Lo segnaliamo anche se è a pagamento (3.99€) per iPhone.

WhatsApp = Messaggi gratis: gratis non proprio, Whatsapp è a pagamento per iPhone e gratuito per Blackberry. Detto questo, io lo uso e lo consiglio (è meglio di Viber) perchè permette di comunicare via instant messaging utilizzando il traffico dati sia con i compagni di viaggio, sia con gli amici a casa. Senza spendere soldi in sms o telefonate.

Note a margine:

  1. Le app che ho trovato più utili in assoluto durante i miei viaggi sono quelle dei trasporti locali, che forniscono una mappa interattiva delle città, gli orari dei mezzi e la possibilità di ricercare itinerari. Per New York ho usato la New York Subway Map per iPhone (che mi ha permesso di districarmi facilmente nella metro di NY). Per Berlino c’è FahrInfo Berlin (ottima), per Milano iAtm (stranamente funzionale e funzionante) e per Londra c’è la Tube Map per iPhone.
  2. Un punto a parte meritano le app per le guide di viaggio. Le TimeOut sono app gratuite realizzate con i contenuti dei vari siti locali. Io ho provato quella di Berlino e quella di New York e, nonostante l’utile funzione di geolocalizzazione, le ho trovate confusionarie e con tanti contenuti da non facilitarmi la scelta. Anche Lonely Planet ha sviluppato le proprie app: sono a pagamento, non le ho provate e non ho intenzione di provarle. Ho invece pagato felicemente 0.99 centesimi di dollaro per la app di Berlin Inspires che offre una guida originale e graficamente ben disegnata ad alcuni dei luoghi più interessanti di Berlino. Le guide in versione app sono migliaia, se dovete/volete pagarle, il mio consiglio è di scegliere quelle che offrono un valore aggiunto o contenuti ricercati rispetto a quelli che si possono trovare nella classica guida cartacea.

_

La foto in alto e in homepage è stata scattata da marco a Berlino.

http://www.nobordersmagazine.org/wp-content/themes/press