Qui a NBM abbiamo sempre parlato del viaggio come un’attività che facciamo per scelta: perché vogliamo scoprire nuovi posti, conoscere nuove persone o riscoprire angoli di mondo che già conoscevamo. Non abbiamo mai dedicato spazio, invece, a chi viaggia per necessità: perché non ha alternative.

Cominciamo a parlarne oggi, con il primo di una serie di post dedicati al viaggiare come esigenza. Per farlo, ci siamo fatti aiutare da Storify.com, un sito che permette di raccontare storie utilizzando contenuti/news/foto/tweet. E’ più facile da vedere che da spiegare.

Prima di cominciare, due righe sul viaggio ‘insolito’ di oggi. Qualche settimana fa, leggendo un articolo su Mother Jones, ho scoperto l’esistenza, negli States, dei workampers, viaggiatori che si spostano da un lavoro all’altro. In camper. Inizialmente, si trattava di una tendenza popolare tra i pensionati, che si concedevano un viaggio nella loro America raccogliendo qualche soldo qua e là. Ma con la recessione, il numero di workampers è aumentato: sempre più americani non possono permettersi di pagare un affitto. E un camper costa molto meno.

 


 

 _

La foto in alto e in homepage è stata scattata da Bill Gracey in Arizona, al Picacho Peak State Park.