Che abbiate programmato o no le vacanze estive, la redazione di NBM vi propone 15 buoni motivi per mettervi in viaggio nella penisola italica: dal teatro di Napoli al rock di Palermo, ecco i festival estivi che valgono, da soli, un viaggio.

Fotografia Europea > Reggio Emilia, 11 maggio – 24 giugno

Anche se il festival è già iniziato da quasi un mese, lo segnaliamo perché è uno dei migliori eventi legati alla fotografia contemporanea in Italia. L’inaugurazione è stata a maggio, ma le mostre – se vi sbrigate – ci sono ancora fino al 24 giugno. Per aggiornamenti e visite guidate seguite il blog.

Napoli Teatro Festival > Napoli, 7-24 giugno + 25-30 settembre

Se vi piace il teatro, Napoli e Sant’Arcangelo di Romagna sono le città italiane in cui fare tappa questa estate. Napoli quest’anno dedica parte del programma alla Nuova Scena Argentina e alla Danza Israeliana, senza dimenticare la nuova drammaturgia. Se passate in città solo per un weekend, c’è un abbonamento su misura.

Postepay Rock > Roma, 7 giugno – 2 agosto

L’unica cosa ridicola di questo festival è il nome. Per il resto, il calendario è di quelli seri con Portishead (27 giugno), Radiohead (30 giugno), Garbage (12 luglio) e Placebo (2 agosto) in chiusura. In mezzo, parecchi artisti internazionali, a suonare di rock all’Ippodromo delle Capannelle.

Pavese Festival > Santo Stefano Belbo, 15 giugno – 9 settembre

Un festival interamente dedicato a uno scrittore? Più o meno. Diciamo che l’evento rende omaggio a Pavese con una serie di spettacoli non necessariamente legati a lui (come il Langhe Rock Festival del 21 luglio). Ma se siete pavesiani, potete parlare di traduzione e Pavese il 18 giugno, ascoltare Vinicio Capossela ‘dialogare’ con Pavese il 17 luglio e il 4 agosto fare una visita guidata ai luoghi di  uno degli autori più importanti della letteratura italiana contemporanea.

Cinemadivino > Emilia Romagna, 16 giugno – 10 settembre

Ancora Emilia Romagna, per un festival che combina il meglio del cinema con il meglio dei vini locali. Funziona così: perché chiudersi in un cinema e morire dal caldo o dal freddo, se possiamo vedere film della scorsa stagione comodamente seduti nell’aia di una cantina, sorseggiando vini di produzione propria? Difficile controbattere. Si parte il 16 giugno a Cervia, dove verrà proiettato Woodstock, un documentario sul concerto più famoso della storia del rock.


Heart-Quake | Abbassa! Un festival col cuore
 > Bosco Albergati, Castelfranco Emilia, Modena, 24 giugno

Un Festival nato dall’emergenza, quella che ha colpito l’Emilia con il terremoto di qualche giorno fa. Per far rinascere il circolo musicale Lato B pesantemente colpito dal sisma. Molte band hanno suonato in quelle sale e molte band si sono riunite per raccogliere fondi per rimettere in piedi una struttura che è un punto di riferimento della bassa modenese.

Ferrara sotto le stelle > Ferrara, 25 giugno – 27 luglio

Basta dire Bon Iver, Paul Weller, Kasabian, Afterhours e Damien Rice per spiegarvi come mai Ferrara sotto le stelle è un evento imperdibile. Calendario a parte, quanti altri festival vi permettono di assistere a concerti splendidi in una location ancora più splendida?

Festival di Villa Arconati > Castellazzo di Bollate, 26 giugno – 24 luglio

Quest’anno spetta a Paolo Conte aprire il festival più raffinato di Milano e dintorni. Lo seguono a ruota gli Afterhours, Ludovico Einaudi, Erykah Badu, Paolo Nutini e, il 23 luglio, sua signora del rock Patti Smith.

I suoni delle Dolomiti > sulle montagne del Trentino, 30 giugno – 31 agosto

Parlando di location spettacolari, le Dolomiti sono difficili da battere. Quest’anno il festival a loro dedicato parte con Malika Ayane (30 giugno) e si conclude con Stefano Bollani (31 agosto), ma in mezzo ci trovate Samuele Bersani, Ballaké Sissoko, Mario Brunello e Franco Moser che racconta le sue Dolomiti in bici.

Sant’arcangelo 12 (o Sant’Arcangelo dei Teatri) > Sant’Arcangelo di Romagna, 13-22 luglio

Spettacoli, laboratori, workshop: a luglio Sant’Arcangelo di Romagna diventa per qualche giorno la capitale italiana del teatro sperimentale, ospitando non solo artisti italiani ma anche il meglio della scena internazionale.

Verucchio Festival > Verucchio, 17-28 luglio

Splendidamente conservato, Verucchio ospita da diversi anni un festival di cui è direttore artistico Ludovico Einaudi. E Ludovico Einaudi suona sul Sagrato della Chiesa della Colleggiata il 28 luglio (un’esperienza che, se siete in zona, fidatevi non volete perdere), mentre il 22 Marco Paolini celebra Jack London e Ólafur Arnalds porta un po’ d’Islanda in Romagna.

Cortona On the Move > Cortona, 18 luglio – 30 settembre

Fotografia sì, ma di viaggio: è questo il tema portante del festival di Cortona dove, oltre alle mostre dedicate a fotografi internazionali, si svolgono anche workshop e letture di portfoli per aspiranti fotografi.

Cinema di frontiera > Marzamemi, 23-29 luglio

Cinema indipendente, attento ai temi delle frontiere – fisiche e metaforiche: è il focus di questo festival tutto siciliano dove vengono proiettati corti, lungometraggi e film d’animazione. Quest’anno l’attenzione del festival si rivolge ai paesi della Primavera Araba, proponendo, tra gli altri, anche The Reluctant Revolution, un documentario sulla poco conosciuta primavera yemenita.

Ypsig Rock Festival > Castelbuono, 9-12 agosto

Akron/Family, Stephen Malkmus, Fuck Buttons e Primal Scream sono tra gli artisti già confermati del festival più rock di Palermo. Se siete in zona e non sapete dove dormire, potete piantare tenda nel campeggio dell’Ypsig.

Cous Cous Fest > San Vito Lo Capo, 25-30 settembre

L’integrazione culturale può passare anche dalla nostra tavola? Gli organizzatori del Cous Cous Fest sono convinti di sì e ritornano quest’anno a San Vito Lo Capo proponendo un viaggio nel mondo del cous cous, ” piatto ricco di storia ed elemento di sintesi tra culture”. Il contorno è a base di eventi, incontri e concerti. Con un programma ancora tutto da definire.

Questi sono solo alcuni dei tanti festival che trasformano l’Italia durante l’estate. Ne conoscete altri a cui vale la pena partecipare? Diteci dove nei commenti!

_

La foto in alto e in copertina è stata scattata da Stefano Girardi in Trentino.