Domani, sabato 28 luglio, partirà da Lainate la terza edizione della Silk Road Race. Vi abbiamo raccontato come siamo entrati in contatto con questo charity rally, di come ci abbiano subito coinvolto i ragazzi di Partenza Intelligente, di quanto abbiamo amato il progetto sin dall’inizio. Vi abbiamo raccontato che ogni team andrà da Lainate a Dushanbe, in Tajikistan, per una strada che non sarà la stessa per nessuno, per un tempo che probabilmente non sarà lo stesso per nessuno. Vi abbiamo raccontato del perchè vanno fin laggiù, della raccolta fondi per il Cesvi. E’ stato bello scoprire come sono arrivate cinque persone a condividere un viaggio, a come se lo sono immaginato e preparato. Scoprire il loro itinerario dettato dalle motivazioni più strane. Approfittare del giro per organizzare una tour per i Mattachioni Volanti. Abbiamo seguito quasi passo passo le tappe di avvicinamento, da quelle più facili per reperire una macchina a quelle più difficili per ottenere un visto. Abbiamo scoperto piccoli segreti – nessuno navigatore satellitare –  e piccole manie  – una moka per il caffè. Li abbiamo conosciuti uno per uno, quelli del Team Gengis Khar, sì perchè è vero che parteciperanno in tanti alla Silk Road Race ma noi faremo il tifo per il Gengis Khar. Perchè ci sono sembrati da subito folli e organizzati, entusiasti e razionali e poi perchè porteranno il nostro nome in giro per l’Asia, e non è poco. Insomma ormai ci siamo, dal cortile di Villa Visconti Borromeo Litta a Lainate, domani sera a partire dalle 23 partiranno i 9 team di quest’anno. Noi saremo lì a vederli partire, e voi? non siete un po’ curiosi?

Aggiornamento:

E  sono partiti davvero (il gesto di Paolo non lascia adito a dubbi di nessun genere): prima tappa Sarajevo!! Go Gengis Khar Go!!

la foto in homepage è di Perentz Partensky pubblicata su licenza CC