Trasformata in statua per sopravvivere alla fine delle favole, da quasi un secolo Ariel fissa sconsolata il porto di Copenaghen. Davanti a lei sfilano esploratori groenlandesi, filosofi pessimisti, registi controversi, poeti silenziosi, baronesse africane e attori mancati. Foto di gruppo con sirenetta.

 

  1. Tutte le fiabe – Hans Christian Andersen
  2. L’uomo che voleva essere colpevole – Henrik Stangerup
  3. L’ultimo viaggio di un poeta – Klaus Mann
  4. Una storia marittima – Jørn Riel
  5. Niente – Janne Teller
  6. Battuta di caccia – Jussi Adler-Olsen
  7. Sette storie gotiche – Karen Blixen
  8. Il grande viaggio in slitta – Kund Rasmussen
  9.  Purezza e castità. Il cinema di Dogma 95 – Matteo Lolletti
  10. Il senso di Smilla per la neve – Peter Høeg
  11. Timore e tremore – Sören Kierkegaard
  12. Una storia in Danimarca – John Updike

Libri letti, scelti e consigliati da Cornelius Arslanian. La foto in in alto e in homepage è di Bill Liao, pubblicata su licenza CC.

  • Vincenzo Garofalo

    Beh, che dire. Piacevoli suggerimenti di lettura, se si è interessati alla Danimarca. Ma Aut-Aut di Kierkegaard mi pare un po’ esagerato. Da estimatore e amante del filosofo danese, direi che come scelta è piuttosto forte, pesante e poco coinvolgente. Ci sono altri libri, dello stesso autore, che possono essere affrontati con maggior semplicità, tra i vari si ricordi l’opera Il Diario del Seduttore.