logoSarà capitato sicuramente anche ad alcuni di voi di aver voglia di fare un giro per scattare qualche foto, ma di non avere idea su dove andare. Dopo aver battuto i soliti posti, dopo l’ennesimo panorama, magari si avrebbe voglia di scoprire qualcosa di diverso. A questo punto come organizzarsi? Una soluzione potrebbe essere Fotovaghi.it. Il sito nato dalla passione di due amici, Simone e Davide, vuole raccogliere e indicare luoghi particolari, luoghi unici e caratteristici da visitare (e fotografare) almeno una volta. Il sito internet è attivo da alcuni mesi e la particolarità del progetto ha già attirato l’attenzione di fotografi e non, che si sono offerti per dare una mano e per arricchire il sito con nuove segnalazioni. “Ad oggi il sito contiene prevalentemente luoghi del territorio bergamasco, milanese e lecchese ma è in atto una vera e propria espansione grazie al contributo di fotografi da tutta Italia.”  come ci racconta Simone.

Fotovaghi.it non vuole essere una semplice raccolta di fotografie, ma una sorta di guida, più completa possibile, per provare a scoprire  luoghi particolari, angoli nascosti, che magari stanno anche a pochi kilometri da casa. Il tutto con informazioni dettagliate su come raggiungerli e coglierne a pieno le meraviglie!

Abbiamo fatto loro alcune domande, per provare a capire un po’ meglio di cosa si tratta.

NBM: Prima di tutto fateci una breve presentazione su chi siete, sulla vostra formazione/passione per la fotografia.

FV: Piacere, siamo Simone e Davide, due ragazzi figli della fotografia digitale e fotografi amatori; ci siamo conosciuti solo nel 2012, prima di allora abbiamo coltivato autonomamente la nostra passione per la fotografia, scoprendone i segreti da autodidatti e imparando le tecniche avanzate nel corso degli anni. La fotografia nasce come semplice hobby per poi trasformarsi in una vera e propria compagna di vita: questo è stato il nostro caso. Come molti quindi, traiamo da essa gioie e soddisfazioni, le dedichiamo del tempo e cerchiamo di indagarne i segreti per utilizzarli a nostro vantaggio. Il nostro incontro ha permesso di realizzare un sito dove focalizzare i nostri sforzi e rendere qualcosa di utile agli amanti della fotografia come noi: si tratta di Fotovaghi.it, il primo sito che guida ai luoghi migliori dove recarsi per fotografare.

Municipi di Zanica

NBM: Perchè avete deciso di creare un sito come Fotovaghi.it? Da dove nasce l’ispirazione?

FV: I fotografi lo sanno bene, ad un certo punto ci si trova ad essere a corto di luoghi da visitare e di conseguenza di nuove idee; è stata questa semplice costatazione a far nascere in noi l’idea di un portale dove le esperienze ed i saperi di tutti possano essere condivisi con gli altri, in questo caso appunto dei luoghi più curiosi e particolari che il nostro paese ha da offrirci. Più essi sono caratteristici e più risultano fotograficamente appaganti, quindi senza rendercene conto abbiamo creato da un lato una vera guida per gli aspiranti fotografi ma allo stesso tempo una raccolta di interessanti mete per gite fuoriporta, dove trascorrere del tempo e godersi una passeggiata in un posto alternativo. Viaggio e fotografia sono un connubio elegante e romantico.

Scanzorosciate chiesa abbandonata

NBM: Come è cresciuto il sito da quando avete cominciato? E come vorreste che crescesse in futuro?

FV: Siamo molto contenti dei progressi fatti, stiamo mantenendo un ritmo di un articolo a settimana come prefissato 5 mesi fa. Il nostro scopo è sempre stato quello di dare la possibilità a tutti di recensire i propri luoghi e cosi è stato fin ora: grazie alla disponibilità di alcuni “colleghi” fotografi abbiamo infatti ampliato la nostra dispensa con i luoghi che ci hanno suggerito e recensito allegando le proprie fotografie. Il sito d’altro canto si basa sulla condivisione dei propri saperi e quello che speriamo è che col tempo altre persone partecipino al progetto, segnalando i luoghi da essi conosciuti e condividendo le proprie fotografie. Solo cosi infatti Fotovaghi.it può diventare una guida completa in continua crescita e un utile strumento culturale.

cascate di Vertova (BG)

 NBM: Come avviene la selezione delle immagini e dei posti? Quali sono i criteri che vi fanno decidere per la pubblicazione o meno?

FV: Paradossalmente non è la propria bellezza o fama a rendere un luogo adatto al nostro sito, ma il suo possibile utilizzo come set fotografico. Fotovaghi.it non è una raccolta di belle immagini d’Italia, di tramonti di fuoco, di fotografie a monumenti famosi, ma bensì una ricerca di luoghi semplici, ma dal grande potenziale fotografico. La ricerca dell’essenzialità di un paesaggio, l’eleganza di un inquadratura o la magia della prospettiva sono gli ingredienti fondamentali del nostro sito. E cosi abbiamo scoperto che la rotonda di una strada provinciale di Bergamo (uno dei prossimi articoli) è più interessante di un tramonto sul mare: il perchè? Perché grazie ad inquadrature studiate, otterremo foto uniche irreplicabili altrove. Vogliamo scoprire i luoghi migliori dove recarsi per affinare le proprie tecniche e realizzare scatti meravigliosi.

prossimamente

NBM: Consigliateci 3 posti che vale assolutamente la pena visitare e quindi fotografare!

FV: Avete mai sentito parlare della cattedrale vegetale di Oltre il colle? Vi consigliamo di aver le batterie della fotocamera cariche una volta arrivati sul posto! Da non perdere assolutamente è anche la villa delle streghe di Bindo che abbiamo recensito questo inverno , quando la casa spettrale si trovava immersa in un paesaggio fiabesco tra boschi innevati e pini maestosi. Se invece siete amanti della natura un evento da non perdere a fine Maggio: la grande fioritura dei narcisi sul Monte Linzone, a Roncola; noi sicuramente ci saremo e voi? Non esitate dunque ad inviarci le vostre proposte alla nostra mail info@fotovaghi.it, saremo lieti di valutare insieme a voi l’inserimento sul sito dei vostri articoli. Vi aspettiamo su www.fotovaghi.it . Ciao!

bindo

Simone Pievani
Simone inizia a fotografare all’età di 16 anni, iniziando un percorso che lo porta a scoprire i segreti di Photoshop e della fotografia digitale; sin da subito il suo grande obbiettivo è rappresentare gli oggetti che ci circondano da un punto di vista diverso, dando massima importanza all’originalità dei suoi scatti. Fotografo autodidatta qual’era ha potuto apprendere autonomamente la tecnica e le modalità di scatto, utilizzando metodi “non convenzionali” ma funzionali allo scopo. La sua grande passione per il viaggio ha coltivato in lui l’idea di un sito come Fotovaghi.it.

Davide Bruno
Web Designer autodidatta sin dai primi anni delle superiori, Davide ha creato svariati progetti nell’ambito del Web, sopratutto nell’ambiente commerciale. Dopo una pausa di un paio d’ anni dalla progettazione web, crea Rockstage.it, una rivista on-line che pubblica e recensisce Band Emergenti ed è proprio durante questa esperienza che Davide affina le sue conoscenze nell’ambito del web e dell’editoria, ma sopratutto comincia a fare i suoi primi scatti con una piccola compatta Canon. Grazie a una collaboratrice del sito impara le basi della fotografia e una volta arrivato il momento di fare il salto di qualità e passare al mondo delle Reflex, non abbandona il marchio Canon con cui ha già confidenza. Davide ha permesso la creazione di Fotovaghi.it, creando il sito basato sull’idea originale di Simone.