Marc Augè ha raccontato dei non-luoghi, di quei posti in cui ti ritrovi ma non hai punti di riferimento, dove potresti benissimo essere in Europa come in Asia o in America. Posti come i grandi centri commerciali o gli aeroporti, dove la vita sembra sospendersi. Questi non-luoghi a volta si manifestano anche all’aria aperta. Le grandi vie commerciali delle zone periferiche delle città possono essere stranianti, possono farti credere di essere sempre nello stesso posto. Le grandi catene commerciali uguali a Toronto, come a Le Mans, i loghi, gli avvisi, i cartelli, cambiano lingua certo, ma riescono comunque a confonderti. Oggi facciamo un salto in Canada, ma potrebbe benissimo essere Detroit, Atlanta, Brisbane o Birmingham…bisogna solo osservare bene i dettagli. Buona passeggiata!