Da qualche giorno è cominciato il Trento Film Festival. Lo scorso anno abbiamo avuto la fortuna di seguirlo da dentro, da vicino; avremmo tanto voluto esserne parte anche in questa edizione ma non ce l’abbiamo fatta per mille motivi. Abbiamo però un legame particolare e abbiamo pensato di provare a stilare un nostro programma, cose che avremmo tenuto d’occhio, cose che avremmo voluto vedere tra le tante offerte dal Festival. Quest’anno è andata così, magari l’anno prossimo riusciremo a tornarci come merita.

Cominciamo con la sezione più importante, quella dei film in Concorso:

“Alaska” di Christopher Stöckle (Ger 2014)

“Eyelid” di Francesco Mattuzzi e Renato Rinaldi (Ita 2015)

“Nowhere Place” di Susanne Opstal (Ned 2015)

“Espés” di Tánit Fernández e Isaac Rodriguez (Esp 2014)

“DamNation” di Ben Knight e Travis Rummel (USA 2014)

Nella sezione Anteprima:

“Schmitke” di Stepan Altrichter (Rep. Ceca – Ger 2014)

Per Orizzonti Vicini:

“Gente dei Bagni” di Stefania Bona e Francesca Scalisi (Ita 2015)

“Il Fronte di Fronte” di Lucia Zanettin (Ita 2014)

in Terre Alte:

“La Ciudadela” di Ruben Guzman (Arg 2014)

“Un Paese di Primule e Caserme” di Diego Clericuzio (Ita 2014)

“Inchiesta in Carnia” di Dante Spinotti (Ita 2014)

in Eurorama:

“Common Roads – Pilgrimage and Backpacking in the 21st Century” di Tommi Mendel (Sui 2013)

Nelle Proiezioni Speciali segnalamo:

“Maciste Alpino” di Luigi Maggi e Luigi Romano Borgnetto (Ita 1916)

“L’Alpinista” di Natale Fabio Mancari e Giacomo Piumatti (Ita 2014)

dalla sezione Destinazione…India segnaliamo:

“Monsoon” di Sturla Gunnarson (Can 2014)

“Resonance of Mother’s Melody” di Dip Bhuyan (Ind 2013)

e infine per la sezione Alp&ism:

“The Frozen Titans” di Bryan Smith e David Pearson (Aut – Can 2014)

“Grimpeurs” di Andrea Federico (Ita 2015)

“Perdutamente Cerro Torre – Da Cesare Maestri a Casimiro Ferrari” di Paola Nessi (Ita 2014)

e questo è solo un assaggio di tutto quello che potete trovare al Festival!

foto di Consuelo Ferrari per TFF2015