Dal Portogallo al Messico, da Berlino a Israele, dal Giappone agli Stati Uniti. 10 Graphic Novel che abbiamo letto quest’anno (non necessariamente del 2015) e che ci hanno fatto viaggiare ed entusiasmare.

vatuttobene0

“Va tutto bene” Alberto Madrigal, Bao Publishing

portugal

“Portugal” Cyril Pedrosa, Bao Publishing

proprietà

“La proprietà” Rutu Modan, Rizzoli Lizard

Quaderni-Giapponesi-COVERweb

“Quaderni Giapponesi” Igort, Coconino Press-Fandango

sacco

“Le vite di Sacco e Vanzetti” Rick Geary, Panini 9L

blu

“Il Blu è un colore caldo” Julie Maroh, Rizzoli Lizard

unknown-sconosciuto

“Unknown/Sconosciuto” Rutu Modan, Coconino Press-Fandango

Si-dà-il-caso-che

“Si da il caso che” Fumio Obata, Bao Publishing

qui

“Qui” Richard McGuire, Rizzoli Lizard

perdida-cover-design-web

“La Perdida” Jessica Abel, Black Velvet

La foto in copertina è di mythic_moonlight pubblicata su licenza CC.

  • cornelius

    loro vengono da marvel e dc comics, quindi strano il passaggio alla narrativa meno d’azione (anzi, ad azione zero). hanno però tenuto un tratto essenziale, quasi espressionista, che dona al tutto un tocco decisamente noir.
    segnalo anche groenlandia manhattan, di chloé cruchaudet: un segno ricco e singolare, e una colorazione oserei dire opalescente, per una ricostruzione storica basata su documentazione d’archivio di fatti poco noti.

  • Grazie della segnalazione (i canadesi possono essere strani a volte!)

  • cornelius arslanian

    consiglio anche moving pictures, dei coniugi kathryn e stuart immonen (che di loro dicono di abitare in un castello nel cielo canadese con il loro figlio altissimo e il loro cane cattivissimo, autobiografia che da sola vale almeno la simpatia degli autori…)