Scommetto che la maggior parte degli appassionati di viaggio come noi ha anche una passione per le mappe cartacee: le vecchie cartine stradali o le mappe cittadine. Pezzettini di carta da infilare in tasca. Certo, le mappe cartacee sono meno interattive di Google Maps o di qualsiasi altro navigatore, ma sono tangibili, utili all’estero quando non possiamo usare i nostri telefoni o anche in Italia, dove i nostri cari telefoni non prendono (a me è capitato settimana scorsa, nel cuore delle Foreste casentinesi, in Emilia Romagna).

Così mi è venuto in mente di raccogliere in un post – finalmente – le cartine più belle che mi sia capitato di scoprire negli ultimi mesi. Perché, qualche volta, l’analogico è meglio del digitale.

Iniziamo con due cartine made in Italy, per poi spostarci all’estero.

mappa-valle-brembana

La prima è la bellissima mappa dei sentieri e dei rifugi della Valle Brembana, realizzata dalla Comunità Montana Valle Brembana e illustrata meravigliosamente da Stefano Torriani. La mappa (in vendita a 4 euro alla libreria Punto a capo di Bergamo) non solo segnala i sentieri percorribili a piedi nella valle, ma illustra meravigliosamente gli animali e le piante locali.

italy_for_kids_roma

La seconda è, a dire il vero, una serie di mappe urbane per bambini. Da Milano a Torino, passando per Firenze e Roma, i bimbi vengono accompagnati per mano alla scoperta delle città e dei loro luoghi più interessanti, attraverso cartine disegnate “su misura” e una serie di attività da fare in compagnia degli adulti che li accompagnano. Le cartine Italy for Kids sono acquistabili in libreria o direttamente online.

Andando fuori dai confini italiani, troviamo almeno altre due produzioni interessanti.

mappe-herb-lester

La prima segnalazione va a Herb Lester, un sito web che realizza probabilmente le cartine più creative in circolazione: mini guide illustrate alle principali città mondiali che non si limitano alla classica cartina con i luoghi d’interesse, ma che si rivolgono – con mappe a tema – a categorie di viaggiatori diversi. Si passa da una mappa urbana per chi visita Parigi in solitaria, a una mappa gastronomica di Melbourne. Per Londra c’è solo da scegliere: guida ai pub, per nostalgici del punk, per ciclisti o per amanti della scrittura. Trovate qui la lista completa delle mappe acquistabili online.

Palomar-CrumpledCity01_main-1200x744

L’ultima segnalazione è anche la più atipica: si tratta di mappe “accartocciabili” realizzate in materiale altamente spiegazzabile. Immagino di non essere l’unica in grande difficoltà quando, dopo aver aperto una cartina, mi ritrovo a doverla richiudere. Ecco, le Crumpled city Maps sono pensate per semplificare la tortura del ripiegare una cartina: basta accartocciarle e infilarle in tasca. Io ne ho una di Berlino e funziona meravigliosamente. Le città disponibili sono tantissime: Berlino, appunto, ma anche Londra, Amsterdam, Tokyo, Copenhagen. La lista completa la trovate qui.

Buone esplorazioni!